Caldaia a gas o pellet? La soluzione è un’altra

caldaia a gas o pellet

Vuoi veramente scoprire la soluzione migliore per casa tua? leggi qui sotto…

La maggior parte degli appartamenti sono dotati di caldaie tradizionali, quelle a gas, ai cui costi e alle cui regole di manutenzione siamo abituati.

Tuttavia, se ci si inizia a informare per risparmiare sul riscaldamento si inizia a comprendere che questi sistemi hanno in realtà rendimenti piuttosto bassi e quindi costi elevati.

Ormai la tecnologia ha fatto passi da gigante e i tipi di riscaldamento offerti dal mercato sono davvero numerosi. Inoltre, anche gli Stati si stanno muovendo per offrire incentivi a chi sceglie impianti meno inquinanti e con rendimenti migliori.

Caldaie a gas o pellet, condensazione, termopompe… difficile considerare tutti gli aspetti e scegliere la soluzione giusta per le proprie esigenze. Cerchiamo di capirci di più in questo articolo.

Caldaia a gas o pellet: caratteristiche e differenze

La caldaia a gas è la tipologia di impianto tradizionale. Il sistema genera energia termica bruciando il gas metano. Nonostante siano largamente diffuse sia nelle abitazioni sia negli stabili industriali, sempre di più si è consapevoli dell’impatto ambientale e del basso rendimento di questi sistemi.

Caldaia-gas-pellet-risparmiare

Un’alternativa potrebbero essere le caldaie a pellet. Questi sistemi garantiscono effettivamente un risparmio, rispetto alle soluzioni tradizionali a GPL o a metano, e hanno un minore impatto energetico.

Per chi non lo conoscesse, il pellet è un bio-combustibile formato da segatura essiccata e condensata in piccoli cilindretti. In molte case è presente una stufa a pellet, che è in grado di generare aria calda.

Sullo stesso principio si basa il funzionamento anche della caldaia a pellet (anche nota con il nome di “termostufa”) in grado di scaldare l’acqua che andrà a circolare nei radiatori o che può essere usata come acqua calda sanitaria.

Di fatto, il pellet è una buonissima soluzione per sostituire le stufe a legno, più inquinanti e più difficili da gestire. Ma siamo sicuri che sia una buona alternativa per la caldaia?

Sicuramente, utilizzando una caldaia a pellet e dotandosi di piastre a induzione invece dei comuni fornelli, sarà possibile svincolarsi del tutto dalla bolletta del gas e questo è un aspetto molto positivo.

Un punto da considerare è il dimensionamento. Il pellet è ovviamente più ingombrante rispetto alle soluzioni che utilizzano combustibile gassoso, ha quindi bisogno di un serbatoio più ampio (seppur ovviamente ridotto rispetto alla legna vera e propria) ed è fondamentale confrontarsi con i professionisti per scegliere il giusto dimensionamento.

Inoltre, l’installazione di una caldaia a pellet è complessa e, nei modelli più economici, le termostufe possono essere anche molto rumorose. Va infine ricordato che i costi di acquisto di una caldaia a pellet sono più elevati rispetto a soluzioni tradizionali.

Una soluzione alternativa: la termopompa

La termopompa è un sistema ancora poco diffuso, soprattutto in ambito domestico. Si tratta di un sistema altamente tecnologico che va a prendere energia termica in una fonte naturale – aria, acqua o terra – e, attraverso un sistema di compressione e accumulazione, trasporta questa energia all’interno dell’edificio.

Inoltre, una termopompa non funziona solo per il riscaldamento ma garantisce la climatizzazione dell’appartamento tutto l’anno: caldo d’inverno e fresco d’estate.

La termopompa offre un rendimento molto elevato e bassi costi di gestione. Inoltre, potendosi staccare totalmente dall’approvvigionamento a gas, garantisce costi molto contenuti. Questo è un fattore molto importante, da considerare anche in fase di investimento iniziale.

Nonostante i costi di una pompa di calore siano inizialmente più elevati, dunque, il dispendio negli anni sarà nettamente inferiore.

Per comprenderlo, è possibile calcolare il Tempo di Ritorno Attualizzato, ovvero il tempo necessario a eguagliare i risparmi e il sovrapprezzo iniziale.

La termopompa, infine, permette di ottenere una rivalutazione del proprio immobile, grazie a una maggiore efficienza energetica che porta a raggiungere una classe energetica più elevata.

Tutti i sistemi di qui sopra hanno comunque bisogno di una sana manutenzione e pulizia. Mentre spesso si crede che i problemi maggiori li portano la mancanza di cura dei vari generatori di calore, come quelli sopra, come nei casi specifici termopompe, stufe a pellet e caldaie varie.

La vera piaga invece sono i sistemi di distribuzione del calore che spesso non vengono presi in considerazione quando andiamo a fare i controlli annuali.

Dovete infatti sapere che l’acqua all’interno degli impianti di riscaldamento viene caricata solo una volta ad avviamento impianto e lasciata li fino alla fine dei suoi giorni.

Questo per comporta che il grado di trasporto di questo liquido vettore perde potere con il tempo per una sua lenta degradazione, aggravata dalla forte temperatura a cui è costantemente sottoposta.

L’acqua che non viene sostituita con il tempo si divide in molecole ancora più piccole è dannose…l’acqua la cui molecola principale è H2O si divide in O che è ossigeno che crea all’interno degli impianti punti di aria e H che è idrogeno.

Ciò si ripercuote nei nostri impianti creando una patina di strato algoso che si adagia perfettamente all’interno delle nostre tubazioni creando uno strato molto isolante che impedisce il corretto funzionamento degli impianti.

Con il nostro sistema Alfa-Idropuls abbiamo scoperto la giusta frequenza di impulsi di aria pulsata e acqua compressa che permettono di scrostare a fondo tubazioni e apparecchi ritornando a risplendere come appena installati.

Mentre il tuo pavimento sembra pulito da fuori il vero sporco è all’interno…è più pericoloso e causa la maggior parte dei problemi che si riscontrano ogni volta che andiamo a fare le riparazioni delle caldaie o soprattutto le termopompe.

Mentre i sistemi vecchi non avevano passaggi così stretti e delicati le nuove tecnologie nel nostro campo presentano scambiatori di calore molto efficienti che funzionano al meglio e che permettono una grande resa.

Il lato negativo purtroppo è che sono molto delicati e che se non puliti e manutentati spesso ci creano problemi che i vari centri assistenza non possono coprire nelle loro garanzie in quanto la responsabilità è degli organi di distribuzione del calore.

Con una corretta Termografia puoi scoprire a che punto di vita è il tuo impianto di riscaldamento e vedere che tipo di soluzioni puoi affrontare prima che la situazione peggiori ulteriormente.

Affidarsi a professionisti affidabili in questo caso è d’obbligo

ScaldaSerpe

“I Dottori delle Serpentine

Ti puliamo le Serpentine in 2 ore senza sporcare niente o é GRATIS

+41 77 949 02 43

Clicca qui sotto per scoprire maggiori informazioni riguardo i tuoi impianti di riscaldamento

Siamo ad oggi gli unici specializzati in pulizia serpentine, manutenzione gestione degli impianti di riscaldamento e pulizia impianti a radiatori.

Non fare errori che pagherai in futuro.

Condividi l'articolo sui social

Share on facebook
Share on linkedin
Share on twitter
Share on email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Altri articoli

SCALDASERPE
"I dottori delle serpentine"

Ti puliamo le serpentine in orario senza sporcare niente o è GRATIS!!!